Montepulciano: un borgo da film!

Montepulciano è situato a 605 metri di altezza, su una collina che separa la Valdichiana dalla Val d’Orcia. Definita la perla del cinquecento è circondata da una campagna da cartolina celebre anche per il suo Vino Nobile uno dei più antichi ed apprezzati vini al mondo.

Di origine etrusca e fondata, secondo la leggenda da Porsenna, Lucumone di Chiusi; alcuni documenti e reperti rinvenuti in Fortezza, ne fanno risalire l’esistenza già al IV-III secolo a.C. In epoca romana fu sede di un esercito posto a difesa delle strade consolari. 

Il centro abitato ha caratteristiche di borgo medievale a forma di “S” ed è racchiuso entro tre cerchia di mura, costruite tutte verso il XIV secolo.

Nel Rinascimento visse il suo periodo d’oro e nel 1559 Cosimo De’ Medici, nominato Granduca di Toscana, gli attribuì il titolo di “Città Nobile”.  

Montepulciano è il paese natale di Angelo Ambrogini, conosciuto come il Poliziano, considerato il Principe dell’Umanesimo, cresciuto alla corte medicea di Firenze dove fu, tra l’altro, amico di Lorenzo il Magnifico e precettore dei suoi figli. 

Una curiosità: recenti studi dell’Università di Bologna hanno rinvenuto elevate tracce di arsenico nei resti ossei del poeta, stabilendo così che la causa della morte del Poliziano è da attribuire all’avvelenamento.

Racchiusa da antiche ed imponenti mura, Montepulciano è accessibile da due porte Porta al Prato oppure Porta delle Farine ed attraversata al centro da una strada principale più ampia, il Corso, dal quale si diramano tutta una serie di vicoli e strade più strette.

Entrando da porta al Prato salendo si può ammirare la Colonna del Marzocco, una possente colonna in marmo con il leone araldico di Firenze, che decora anche molti palazzi come Palazzo Avignonesi. Poco distante si nota una curiosa ed originale casa torre, sormontata dalla curiosa figura di Pulcinella, che batte le ore del grande orologio, si narra che fu posta là da un vescovo di Napoli!

Bellissima è Piazza Grande, il cuore della città con il Duomo, il Palazzo Comunale, Palazzo Tarugi e Palazzo Contucci; quest’ultimo ospita le celebri cantine storiche del Nobile di Montepulciano.

Subito al di sotto della cinta muraria è possibile ammirare il tempio della Madonna di San Biagio, opera rinascimentale di Antonio da Sangallo il Vecchio. La chiesa è considerata un altissimo esempio di architettura, tanto che Michelangelo se ne ispirò al momento di disegnare quelli che sarebbero stati i suoi progetti per la realizzazione della basilica di San Pietro a Roma. 

Per la sua bellezza incantata è scenografia naturale di Film importanti infatti Michael Hoffman nel 1999 vi girò il film Sogno di una notte di mezza estate commedia fantasiosa e magica tratta dall’opera William Shakespeare. Molte delle scene del film sono state girate tra i palazzi rinascimentali di Montepulciano, in prossimità del pozzo dei Grifi e dei Leoni e sul resto di Piazza Grande.

Una curiosità: il Vino Nobile di Montepulciano è uno dei vini più antichi d’Italia, il documento più antico riferibile al vino a Montepulciano è del 789. Come lo definisce Redi nel 1685 nell’opera Bacco in Toscana Montepulciano d’ogni vino è il Re!